• GFEikon-001.jpg
  • GFEikon-002.jpg
  • GFEikon-003.jpg
  • GFEikon-004.jpg

Si avvia in Eikon l'attività di audiovisivi con il primo corso a partire dal 29 maggio sino ad ottobre 2017.
11 ricche lezioni che si svolgeranno presso la sede Eikon con orario 21.00 - 23.00

Per la manifestazione PARATISSIMA svoltasi nel novembre 2016 nella sede espositiva di Torino Esposizioni
Il gruppo fotografico EIKON ha scelto di essere rappresentato da due autori tra i più creativi all’interno del gruppo:
TIZIANA CASCIANO e FEDERICO PALERMO.
Il progetto si intitola “Out In Behind”

Il progetto fotografico realizzato in studio ha dato origine a una serie di immagini rappresentative di pubblicità anni 50’, il cui soggetto femminile indiscusso centro dell’immaginario promozionale di ieri e di oggi, interpreta un dualismo scenico di rassicurazione ma anche di riflessione sulla realtà quotidiana. Un «doppio volto» che si concretizza con un trittico di pose per l’interpretazione della realtà a seconda del «mood».

 

Il lavoro è il risultato di un esperimento che si inserisce nel progetto “Storytelling”, filo conduttore delle attività del gruppo fotografico EIKON nel 2016.

Qual è stata l’idea? Abbiamo deciso di scattare una fotografia con qualsiasi strumento (smartphone, macchina fotografica, tablet) un determinato giorno alla medesima ora. La foto avrebbe dovuto congelare un momento che necessariamente sarebbe stato diverso per ogni partecipante all'esperimento. Abbiamo scelto un giorno festivo e precisamente il giorno 17 aprile, alle ore 17.

Il passo successivo è stato quello di osservare insieme tutte le immagini presentate per valutare se eventualmente ci poteva essere un nesso logico che le collegasse.

Casualmente, quasi tutte le foto erano caratterizzate dalla quasi totale assenza di persone e da un senso di vuoto comune…

Ci è venuta quindi l'idea di costruire il racconto di un'ipotetica catastrofe (nucleare? naturale?), che avrebbe costretto le persone ad una precipitosa fuga verso un punto di salvezza e di aggregazione, lontano dal centro abitato. Non tutti purtroppo sarebbero riusciti a raggiungere la salvezza e alcuni sarebbero stati costretti a rimanere chiusi in casa, in solitudine, con il solo ricordo delle persone care, una foto, un file sul pc.

In pratica abbiamo fatto un’operazione inversa a quella che si fa normalmente nell’ideazione di un portfolio, cioè partire da uno story-board per arrivare alle immagini; noi abbiamo costruito una sceneggiatura partendo dalle immagini.

Tecnicamente è stato necessario soltanto un leggero lavoro di postproduzione per uniformare la tonalità delle fotografie.

  • Foto 1: una giornata qualunque …
  • Foto 2: alle ore 17 succede una catastrofe…
  • Foto 3, 4, 5, 6, 7: che provoca l’esodo delle persone e lo svuotamento delle città
  • Foto 8, 9, 11: tutti abbandonano le attività che stanno facendo in quel momento
  • Foto 12, 13: tutte le persone raggiungono dei punti di aggregazione al sicuro
  • Foto 14, 15, 16: le persone che non riescono a fuggire restano bloccate in casa ad affrontare il loro destino in esclusiva compagnia dei loro ricordi